Magnetismo, Ipnotismo e Suggestione - Le regole d'oro per influire sul prossimo, sviluppare le proprie energie nascoste, potenziare la personalità e curare le malattie
eBook - ePub

Magnetismo, Ipnotismo e Suggestione - Le regole d'oro per influire sul prossimo, sviluppare le proprie energie nascoste, potenziare la personalità e curare le malattie

Paul C. Jagot

  1. Italian
  2. ePUB (adapté aux mobiles)
  3. Disponible sur iOS et Android
eBook - ePub

Magnetismo, Ipnotismo e Suggestione - Le regole d'oro per influire sul prossimo, sviluppare le proprie energie nascoste, potenziare la personalità e curare le malattie

Paul C. Jagot

Détails du livre
Aperçu du livre
Table des matières
Citations

À propos de ce livre

Questo libro costituisce una vera e propria enciclopedia delle scienze psichiche e, soprattutto, delle loro applicazioni pratiche. Rigorosamente scientifico, mette alla vostra portata la conoscenza integrale e le diverse possibilità dello psichismo e di tutti i mezzi per metterlo in pratica.
Indica soprattutto come ciascuno può sviluppare al massimo tutte le sue energie latenti e servirsene per agire efficacemente sulle proprie funzioni organiche, per sviluppare le proprie facoltà mentali (volontà, attenzione, memoria, sicurezza, energia, ecc.) per liberarsi dalle influenze esterne depressive e poter così apportare alla propria personalità le modifiche volute.
Questo libro fa il punto su tutte le tecniche più efficaci per produrre da sé tutte le fasi dell'ipnosi, per sperimentare la suggestione, la fascinazione e il sonno ipnotico. La medianità, la chiaroveggenza, la lucidità, il sonnambulismo, le allucinazioni, lo sdoppiamento, la trasmissione del pensiero, la telepsichia e il magnetismo curativo non avranno più segreti per voi.
Scoprirete come potete influire sugli altri: modificare certe opinioni, influire su certe decisioni, provocare certe emozioni e sentimenti che vi siano favorevoli.
Ecco un manuale completo in cui si trova condensato tutto il sapere fino ad oggi acquisito sul MAGNETISMO, l'IPNOTISMO e la SUGGESTIONE, come sulle loro manifestazioni normali, eccezionali e paranormali.

Foire aux questions

Comment puis-je résilier mon abonnement ?
Il vous suffit de vous rendre dans la section compte dans paramètres et de cliquer sur « Résilier l’abonnement ». C’est aussi simple que cela ! Une fois que vous aurez résilié votre abonnement, il restera actif pour le reste de la période pour laquelle vous avez payé. Découvrez-en plus ici.
Puis-je / comment puis-je télécharger des livres ?
Pour le moment, tous nos livres en format ePub adaptés aux mobiles peuvent être téléchargés via l’application. La plupart de nos PDF sont également disponibles en téléchargement et les autres seront téléchargeables très prochainement. Découvrez-en plus ici.
Quelle est la différence entre les formules tarifaires ?
Les deux abonnements vous donnent un accès complet à la bibliothèque et à toutes les fonctionnalités de Perlego. Les seules différences sont les tarifs ainsi que la période d’abonnement : avec l’abonnement annuel, vous économiserez environ 30 % par rapport à 12 mois d’abonnement mensuel.
Qu’est-ce que Perlego ?
Nous sommes un service d’abonnement à des ouvrages universitaires en ligne, où vous pouvez accéder à toute une bibliothèque pour un prix inférieur à celui d’un seul livre par mois. Avec plus d’un million de livres sur plus de 1 000 sujets, nous avons ce qu’il vous faut ! Découvrez-en plus ici.
Prenez-vous en charge la synthèse vocale ?
Recherchez le symbole Écouter sur votre prochain livre pour voir si vous pouvez l’écouter. L’outil Écouter lit le texte à haute voix pour vous, en surlignant le passage qui est en cours de lecture. Vous pouvez le mettre sur pause, l’accélérer ou le ralentir. Découvrez-en plus ici.
Est-ce que Magnetismo, Ipnotismo e Suggestione - Le regole d'oro per influire sul prossimo, sviluppare le proprie energie nascoste, potenziare la personalità e curare le malattie est un PDF/ePUB en ligne ?
Oui, vous pouvez accéder à Magnetismo, Ipnotismo e Suggestione - Le regole d'oro per influire sul prossimo, sviluppare le proprie energie nascoste, potenziare la personalità e curare le malattie par Paul C. Jagot en format PDF et/ou ePUB ainsi qu’à d’autres livres populaires dans Psicología et Hipnotismo. Nous disposons de plus d’un million d’ouvrages à découvrir dans notre catalogue.

Informations

Éditeur
Youcanprint
Année
2017
ISBN
9788892645905
PARTE I - Studio succinto dei quattro fattori di influenza: l'agente magnetico, i processi sensoriali, la suggestione, l'azione telepsichica - Prefazione
Ciascuno dei quattro fattori di influenza che studieremo ha avuto i suoi sostenitori e i suoi detrattori. Molti autori cercano di spiegare tutti i fenomeni per l'azione di uno solo dei nostri quattro fattori, e considerano gli altri tre del tutto secondari, quando non li negano recisamente. Cosi le opere degli specialisti del magnetismo insinuano che questo agente è il solo a operare nella produzione dei fenomeni; gli scritti dei discepoli di Charcot vedono l'ipnotismo sensoriale dappertutto; i lavori della scuola di Nancy e dei suoi fanatici ripetono in tutti i modi che la suggestione è la chiave dei fenomeni presunti magnetici e degli stati ottenuti da Charcot; infine i metodi orientali, yogici, neo-occultisti, teosofisti ecc., attribuiscono tutto alla volontà, ossia all'azione telepsichica.
Sono arrivato alla certezza che ciascuna di queste quattro scuole detiene una parte della verità. In realtà esistono quattro mezzi per agire sul pensiero e sull'organismo umano. Tenterò di dimostrare in questo Libro I l'autonomia del "magnetismo", dell' "ipnotismo sensoriale", della "suggestione" e della "azione telepsichica". Il mio metodo sperimentale consiste nell'applicare sempre simultaneamente i quattro fattori di influenza. Sono così sicuro di esercitare il massimo possibile di azione. Per applicare questo metodo, spiegato nel Libro H, è molto utile avere preventivamente ben assimilato i quattro capitoli che ora seguiranno.
- 1) IL "MAGNETISMO" O RADIOATTIVITÀ ORGANICA
- 1. L'ondulazione magnetica
Il magnetismo è un'influenza inerente a tutti i corpi; ma si sviluppa in modo particolareanismo umano. Come quella dell'elettricità, la natura del magnetismo ci è ancora sconosciuta, ma la sua presenza si manifesta con effetti che rendono necessaria l'ipotesi della sua esistenza.
Ispirandosi alle teorie della fisica generale, si ammette che questo agente è costituito da onde risultanti dalla vibrazione degli atomi che a loro volta costituiscono i corpi. L'esperienza ha dimostrato che l'ampiezza e la frequenza delle onde magnetiche variano a seconda che si tratti di un vegetale o di un minerale, di un animale o di un essere umano. In quest'ultimo, se la sua salute è equilibrata, l'ondulazione magnetica raggiunge il massimo dell'intensità.
Questo stesso agente magnetico che emana attorno a noi si osserva dovunque in natura. Accompagna ogni manifestazione della vita e dei movimenti. Si è constatata sperimentalmente la sua presenza nelle reazioni chimiche, nelle manifestazioni del movimento, del calore, della luce, del suono, ecc. I metalli, le piante e, in modo ancora più evidente, gli animali hanno una azione analoga alla nostra.
In fisica si studiano, sotto il termine «magnetismo», i fenomeni dovuti alla calamita. Sono questi ultimi che, per analogia, hanno dato il loro nome a quelli che noi studiamo qui. La calamita ha d'altra parte, indipendentemente dalle sue proprietà generalmente conosciute, una potente influenza sull'organismo umano: parallelamente alla sua azione fisica, esercita una azione fisiologica notevole.
L'ondulazione magnetica sembra essere di un'intensità proporzionale all'energia vibratoria dell'organismo, alla vitalità dell'individuo. Essa si esteriorizza normalmente secondo un movimento concentrico da tutta la superficie del corpo. Dagli occhi, dall'estremità delle dita, dall'encefalo e dal respiro, questa esteriorizzazione è particolarmente attiva.
- 2. Polarizzazione
La polarizzazione in due modalità, positiva e negativa, dell'agente magnetico non è sfuggita all'attenzione di alcuno dei praticanti antichi o moderni del Magnetismo. Percepita da Robert Fludd e Paracelso, nettamente affermata da Mesmer, la polarità del corpo umano fu precisata dai lavori di Reichenbach, del colonnello de Rochas e di Hector Durville. Come vedremo in seguito, l'azione della modalità positiva del magnetismo differisce dall'azione negativa. Nella pratica ho osservato che solamente persone di una ricettività eccezionale o malati portati a una analoga ricettività dal loro stato, percepiscono molto nettamente la differenza del magnetismo positivo e del magnetismo negativo.
Il lato destro e l'asse mediano-anteriore del corpo umano emettono magnetismo positivo.
Il lato sinistro e l'asse mediano-posteriore emettono magnetismo negativo.
La sommità del capo e il perineo possono essere considerati come punti neutri.
L'osservanza delle leggi della polarità (vedere paragrafo 5) è secondaria nella riproduzione dei fenomeni eccezionali (quelli descritti nel Libro III).
- 3. Proiezione metodica del magnetismo: procedimenti di azione generale
Magnetizzare è proiettare sistematicamente l'ondulazione magnetica. Le azioni esercitate da questa proiezione possono ricondursi a quattro:
- 1) "CARICARE" tutto o parte dell'organismo del magnetizzato in modo da accelerarne il tono di movimento, con una proiezione intensiva degli effluvi del magnetizzatore.
- 2) "LIBERARE" tutto o una parte dell'organismo preventivamente caricato.
- 3) "FISSARE" in un punto, condensare in una piccolissima superficie la maggior quantità di energia possibile.
- 4) "DISPERDERE" la super-attività, spontanea o provocata, di un punto dato.
L'azione di caricare si effettua con dei passi eseguiti molto lentamente dall'alto in basso. Questi passi comprendono tre tempi:
- 1) lasciar cadere le braccia lungo il corpo e fermare i pugni;
- 2) portare i pugni così chiusi all'altezza della radice dei capelli del soggetto;
- 3) aprire i pugni e dirigere le dita verso la superficie della pelle, press'a poco perpendicolarmente, e scendere molto lentamente fino all'epigastrio mantenendo l'estremità delle dita a tre centimetri dall'epidermide. Aver cura di tenere le articolazioni della mano, del gomito e della spalla molto sciolte durante questi tre movimenti (abbiamo indicato, per fissare delle idee, l'esecuzione di un passo dalla testa all'epigastrio; ma naturalmente il tragitto di un passo varia a seconda dell'effetto cercato).
L'azione di scaricare si effettua con passi analoghi ai precedenti, ma rapidi anziché essere lenti, e distanti da sette a dieci centimetri dalla pelle.
L'azione di fissare si effettua presentando tutte le dita di una mano, unite a punta, di fronte a un punto sul quale si vuole agire. Questo nel linguaggio dei magnetizzatori si chiama "imposizione digitale".
Infine l'azione di disperdere si effettua con un movimento simultaneo delle mani, nel senso trasversale. Il movimento procede cosa:
- 1) lasciar cadere le braccia lungo il corpo e chiudere i pugni;
- 2) portare i pugni chiusi uno a destra, l'altro a sinistra del punto oggetto della dispersione da realizzare;
- 3) aprire i pugni e allontanarli lateralmente e piuttosto rapidamente su una stessa linea orizzontale; le dita dirette press'a poco perpendicolarmente verso la superficie del corpo. Naturalmente questo passo orizzontale deve essere ripetuto un certo numero di volte prima di ottenere l'effetto.
A questi procedimenti generali, i magnetizzatori aggiungono, soprattutto nella pratica della magneto-terapia, l'azione dello sguardo, del respiro, dell'imposizione delle mani e delle applicazioni. Lasciando cadere dolcemente lo sguardo su un punto dato del corpo (senza alcun intento fascinatore) si dirige verso quel punto l'ondulazione magnetica esteriorizzata dagli occhi. Come l'occhio, il respiro proietta attivamente l'agente magnetico, e da ciò l'usò che se ne fa in terapeutica. La emanazione digitale, presso alcuni, ha luogo sia nella superficie palmare che all'estremità delle dita. Se ne tiene conto imponendo la mano, ossia tenendola ad alcuni centimetri dalla superficie da magnetizzare o applicandola su questa superficie.
- 4. Azioni polari
Dal punto di vista della polarità, sono possibili due azioni inverse: la messa in contatto di due piccole parti del corpo similmente polarizzate (due regioni positive o due negative) e la messa in contatto di due regioni contrariamente polarizzate (una negativa e una positiva). Queste due azioni hanno effetti opposti. I contatti dello stesso segno (per esempio, la vostra mano destra collocata alla destra o al centro della fronte del soggetto) respinge, eccita l'attività organica, contrae i muscoli della regione del viso, e determina, se la ricettività del magnetizzato lo permette, il sonno magnetico. All'inverso, l'opposizione di due poli differenti (supponiamo la vostra mano sinistra collocata nel mezzo o alla destra della fronte del soggetto) attira, calma, paralil7a (o sopprime la contrattura) e fa uscire dal sonno magnetico.
Possiamo riassumere tutto questo in due "leggi" succinte formulate in questo modo:
Le opposizioni di poli dello stesso segno respingono, contraggono, eccitano e addormentano. Le opposizioni di poli di segno differente attirano, calmano, paralizzano e risvegliano.
Vedremo quali applicazioni pratiche derivano da queste leggi, nella sperimentazione e nella magnetizzazione di un malato.
Notiamo che le opposizioni di poli dello stesso segno hanno un effetto analogo all'azione di "caricare" descritta precedentemente, mentre le opposizioni di poli di segno contrario hanno una azione analoga a quella di "scaricare". Ho osservato, nella mia pratica, che la sensibilità ai procedimenti di azioni generali è più frequente di quella alle azioni polari che io considero, nella maggior parte dei casi, come coadiuvanti.
- 5. Condizioni di ricettività
Allo stato normale, non tutti gli individui sono ugualmente sensibili all'azione del magnetismo. Sperimentando in modo tale da escludere il fattore "ipnotismo sensoriale", il fattore "suggestione" e il fattore "telepsichia", che sono rispettivamente l'oggetto dei capitoli seguenti, si trovano su cento persone scelte a caso circa trentatrè soggetti dai quali gli effetti del magnetismo sono percepiti nettamente, qualunque sia il momento in cui si operi.
Su trentatrè sensitivi, per usare un termine familiare a chi è un «addetto ai lavori», da 3 a 5 provano degli effetti apprezzabili nello spazio di 15-60 secondi di magnetizzazione; da 6 a 10 sono influenzabili allo stesso modo nello spazio di 2-5 minuti; infine ce ne sono da 12 a 20 che avvertono le reazioni previste dopo 10-15 minuti.
Ecco il modo più semplice di misurare la sensitività di una persona sotto l'effetto del solo agente magnetico. All'inizio, senza dire né fare niente che possa dare al soggetto l'idea preconcetta di quello che voi volete provocare in lui, pregatelo di mettersi ritto, coi piedi riuniti, le braccia sciolte, di chiudere gli occhi senza cercare di rendersi conto dei vostri gesti.
Sarebbe meglio bendargli gli occhi e lasciarlo un intero minuto nel silenzio, mentre voi resterete a una certa distanza da lui, avvicinandovi senza rumore al momento di operare perché non abbia la sensazione di ciò che fate.
Mettendovi dietro il soggetto, avvicinate silenziosamente le mani tese alla sua regione scapolare, in modo che la superficie palmare sia posta parallelamente a un centimetro dal corpo del soggetto. In questa posizione, aspettate tranquillamente, senza sforzi di volontà, ma osservando il vostro soggetto. Dal momento in cui voi percepirete una oscillazione del suo corpo verso il dietro (qualche volta verso avanti o uno dei due lati, ma raramente) seguite il movimento con le vostre mani mantenendole alla distanza di prima.
perché io sono arrivato a ipnotizzare una forte percentuale di soggetti. Nello studio particolare del fattore "magnetismo", bisogna escludere gli altri tre mezzi di azione, perché si cerca di discernere precisamente l'autonomia del primo. Ma quando si tratta di ottenere un fenomeno o il miglioramento di uno stato patologico, potremo contare su diversi elementi di successo riunendo in modo potente e armonioso i quattro mezzi che noi abbiamo a disposizione per agire sui nostri simili.
I "sensitivi" proveranno generalmente una sensazione di attrazione verso il dietro più o meno rapida o più o meno potente secondo il loro grado di ricettività. Basandovi sui dati del paragrafo precedente, stimerete agevolmente a quale delle tre categorie appartiene la persona sperimentata. Aspettatevi di trovarne un 60% che non daranno, con il solo mezzo magnetico, alcun segno di sensibilità.
Coloro che avvertono l'attrazione della quale abbiamo ora parlato, sono' suscettibili di essere addormentati con il sonno magnetico, mediante l'unico effetto dei passi e degli altri procedimenti. Ma solamente alcuni tra loro possiedono l'acutezza percettiva voluta per la verifica delle leggi della polarità. È facile rendersi conto se un soggetto, sensibile all'attrazione indietro operata mediante l'imposizione delle mani alle scapole (procedimento di azione generale), distingue nettamente gli effetti delle due polarità magnetiche. È sufficiente, dopo avergli bendato gli occhi, rimetterlo nella posizione del precedente esperimento e di provare successivamente su di lui le opposizioni polari seguenti:
- 1) Mano sinistra dell'operatore alla fronte del soggetto.
- 2) Mano sinistra dell'operatore alla nuca del soggetto.
- 3) Mano destra dell'operatore alla fronte del soggetto.
- 4) Contatto della mano destra dell'operatore e della mano destra del soggetto.
- 5) Contatto della mano sinistra dell'operatore e della mano destra del soggetto.
Se il soggetto è sensibile al grado voluto per provare nettamente gli effetti della polarità, si osserveranno, dopo le cinque operazioni indicate, i seguenti effetti:
- 1) Attrazione del corpo in avanti.
- 2) Repulsione del corpo in avanti.
- 3) Repulsione del corpo all'indietro.
- 4) Contrazione del braccio destro.
- 5) Rilassamento del braccio destro.
Una persona che avverte tutte queste reazioni è sempre uno strumento prezioso per lo studio degli alti fenomeni psichici, soprattutto per la lucidità sonnambulica e la chiaroveggenza.
Naturalmente questa diagnosi non è seria come se il soggetto avesse manifestato la sua sensitività con una completa spontaneità, se non fosse stato per niente guidato, influenzato da una conoscenza teorica del problema, da indicazioni sfuggite al suo magnetizzatore o dall'esempio di esperimenti provocati in sua presenza su altri soggetti. Abbiamo visto in alcune scuole nelle quali lo si sostiene, che il solo fattore magnetico produce tutti i fenomeni studiati nello psichismo, e poi dei soggetti che presentavano automaticamente, mediante autosuggestione, dei fenomeni conformi alle leggi della polarità. Gli sperimentatori che avevano a che fare con i soggetti in questione pensavano di essere utili alla causa del magnetismo non tenendo conto del tipo di azione suggestiva che il loro modo di procedere dava ai magnetizzati. Per questo i loro esperimenti non sono facilmente presi in considerazione dai rappresentanti della scienza ufficiale. Agivano infatti, almeno ci sembra, in modo contrario al loro proposito di volgarizzazione del magnetismo. L'esistenza e la potenza di questo agente è una verità che solo una sperimentazione condotta in condizioni di controllo molto stretto può a poco a poco imporre all'attenzione dell'umanità. Se la proporzione di persone sensibili, allo stato normale, alla magnetizzazione non oltrepassa di molto il 33%, non è così presso le persone malate. Ogni stato patologico implica la sensitività. Per questo i malati, senza eccezione, possono sperimentare gli effetti curativi del magnetismo.
- 6. Magnetismo terapeutico
Se due corpi sono messi l'uno di fronte all'altro, il magnetismo più energicamente vibrante dell'uno si impone su quello dell'altro, perché tra i due movimenti delle loro rispettive ondulazioni tende a stabilirsi un equilibrio. In questo modo può essere comunicata la salute.
Se noi per esempio poniamo un deperito nell'ambiente di un individuo la cui salute è equilibrata, quest'ultimo sembra trasmettere al malato, per ondulazione, il suo movimento vitale. Se questo contatto radio-vibratorio si ripete e si prolunga a sufficienza, si opera una specie di rigenerazione presso il magnetizzato: questo è il principio fondamentale del trattamento delle malattie mediante il magnetismo.
Certi taumaturghi dell'antichità, più dotati di noi, più istruiti, più allenati e forse con una conoscenza più completa dello psichismo, hanno operato talvolta delle guarigioni istantanee, come ci ricordano gli storici. Il magnetizzatore moderno deve sapere che gli è indispensabile uno sforzo prolungato e ripetuto per guarire, secondo il grado della sua scienza e del suo sviluppo. Da tre a ventun sedute di un'ora o un'ora e mezza per settimana sono necessarie, a seconda dei casi, per agire sufficientemente sull'organismo malato. Nessuno sperimentatore sarà deluso se agisce seguendo le direttive indicate in questo volume. Aiutando l'azione magnetica con quella degli altri tre mezzi d'azione, si ottengono a volte risultati di una rapidità insperata; ma quando si tratta di una malattia acuta, di una violenta perturbazione organica, oppure di un'affezione passata dopo anni allo stato cronico, per modificare lo stato patologico sono indispensabili uno sforzo assiduamente sostenuto di un'ora buona per seduta e la frequente ripetizione delle magnetizzazioni.
Equilibrandosi da sé, il magnetismo proiettato secondo le regole esposte nei paragrafi precedenti, permette di fornire all'organismo la forza necessaria alle reazioni che ricondurranno allo stato normale, di sostenere la vitalità che è venuta meno, di eccitare questa o quella funzione la cui atonia è la causa dello squilibrio trattato, di calmare gli stati infiammatori e regolarizzare sinteticamente le funzioni degli organi.
Ogni persona, soprattutto nello stato in cui lo colloca il desiderio di aiutare una persona cara, può magnetizzare curativamente con successo. Soltanto gli ansiosi e gli astenici sono inadatti a questa pratica; i primi perché le loro ondulazioni si disperdono inutilmente, gli altri per la loro debolezza psicologica.
Benché a volte, nel corso di una magnetizzazione, il sonnambulismo può verificarsi, non è mai necessario per guarire, e tutti i magnetizzatori sono d'accordo nel ricercare la sua produzione nella terapeutica. Le precise istruzioni secondo le quali deve essere praticata la magnetoterapia sono date, più avanti, nel Libro VI.
- 7. Magnetismo sperimentale
L'agente magnetico gioca un ruolo molto importante nella produzione dei diversi fenomeni psichici, ma più particolarmente in quelli che studieremo nel Libro III: gli "alti fenomeni" che vengono ottenuti solo sui sensitivi. Nella normale sperimentazione, ossia nella ricerca dei fenomeni che si possono ottenere press'a poco su qualsiasi persona, l'osservanza delle leggi del magnetismo è un elemento di successo: vedremo nel Libro III l'applicazione pratica di questo principio.
Il magnetismo, proiettato su sensitivi, provoca allo stato di veglia attrazioni, repulsioni, contrazioni e paralisi muscolari; determina lo stato detto del sonno magnetico che comporta quattro fasi denominate: "stato di credulità, o stato suggestivo", "stato catalettico", "stato sonnambulico", "stato letargico". Questi tre ultimi stati non sono esattamente gli stessi che si sono studiati sotto lo stesso nome alla Scuola ipnotica della Salpétrière. I procedimenti dell'ipnotismo non operano le stesse reazioni psichiche dell'azione magnetica. La differenza dei due «sonni», quello del magnetizzatore e quello dell'ipnotizzatore, è particolarmente manifesta nel sonnambulismo. Ecco le caratteristiche del sonnambulismo magnetico. I nostri lettori potranno paragonarlo col sonnambulismo ipnotico descritto nel capitolo seguente. Ma noi qui esamineremo solo le caratteristiche proprie del sonnambulismo magnetico:
"Lo stato sonnambulico, dice Durville (H. Durville, Thysique magnétique'), presenta diverse fasi distinte aventi ciascuna delle proprie caratteristiche particolari. Nel momento in cui il soggetto, sotto l'effetto dei passi o dell'imposizione della mano destra alla fronte, è passato dallo stato catalettico allo stato sonnambulico, è in 'rapporto' con il suo magnetizzatore e non sente che lui e le persone con le quali il suo magnetizzatore lo mette in contatto. Questa è la prima fase.
"Se si fa qualche passo in più, molto dolcemente, o si pone la mano destra alla fronte per un periodo di tempo che può variare da 10 a 30 secondi, si nota nel soggetto un piccolo sussulto di tutto il corpo, che indica il sopravvenire della seconda fase. In essa il rapporto continua e se toccando il soggetto il magnetizzatore si pizzica, il soggetto avverte dolote nel punto corrispondente: è la 'simpatia al contatto'.
"Continuando l'azione sul sogget...

Table des matières

  1. INDICE
  2. INTRODUZIONE
  3. PARTE I - Studio succinto dei quattro fattori di influenza: l'agente magnetico, i processi sensoriali, la suggestione, l'azione telepsichica - Prefazione - - 1) IL "MAGNETISMO" O RADIOATTIVITÀ ORGANICA
  4. - 2 L'IPNOTISMO SENSORIALE
  5. - 3 LA SUGGESTIONE O IPNOTISMO PSICOLOGICO
  6. - 4 L'AZIONE TELEPSICHICA
  7. PARTE II - CORSO PRATICO PER L'OTTENIMENTO DEGLI ORDINARI FENOMENI DEL MAGNETISMO E DELL'IPNOTISMO - 5 LA PERSONALITÀ DELLO SPERIMENTATORE
  8. - 6 SU CHI FARE GLI ESPERIMENTI?
  9. - 7 IPNOSI PARZIALE
  10. - 8 IPNOSI PARZIALE (seguito)
  11. - 9 IPNOSI PARZIALE (seguito) Perturbazioni della motricità: movimenti imposti
  12. - 10 IPNOSI PARZIALE (seguito) Perturbazioni della motricità: proibizione di movimenti
  13. - 11 IPNOSI PARZIALE (seguito) Perturbazioni sensoriali
  14. - 12 IPNOSI PARZIALE (seguito e fine) Perturbazioni centrali
  15. - 13 FASCINAZIONE MEZZI MECCANICI DOLCI
  16. - 14 L'IPNOSI TOTALE
  17. PARTE III - FENOMENI PSICHICI ECCEZIONALI istruzioni per osservarli - 15 PER OSSERVARE GLI STATI E I FENOMENI CLASSICI DELL'IPNOSI
  18. - 16 PER OSSERVARE I QUATTRO STATI DEL SONNO MAGNETICO
  19. - 17 PER OSSERVARE LA LUCIDITÀ SONNAMBULICA
  20. - 18 PER OSSERVARE LA CHIAROVEGGENZA
  21. - 19 PER OSSERVARE L'ESTERIORIZZAZIONE DELLA SENSIBILITA E LO SDOPPIAMENTO
  22. - 20 PER OSSERVARE LA TRASMISSIONE DEL PENSIERO E LA SUGGESTIONE MENTALE A BREVE DISTANZA
  23. PARTE IV - LA MEDIANITA - 21 COME LA QUESTIONE DELLA MEDIANITA SI PRESENTA GENERALMENTE ALL'ATTENZIONE GENERALE
  24. - 22 MODI DI SPERIMENTAZIONE
  25. - 23 LO STUDIO RAZIONALE DELLA MEDIANITA’
  26. - 24 GLI ASPETTI NEGATIVI DELLA FEDE SPIRITICA E GLI INCONVENIENTI DI UNA INSUFFICIENTE OBIETTIVITÀ NELLO STUDIO DELLA MEDIANITÀ
  27. PARTE V - APPLICAZIONE DEL MAGNETISMO, DELLA SUGGESTIONE E DELL'AZIONE MENTALE NEL TRATTAMENTO DELLE MALATTIE - INTRODUZIONE ALLA MEDICINA PSICO-MAGNETICA
  28. - 25 MALANNI NON CONSEGUENTI A UNA AFFEZIONE CRONICA
  29. - 26 LE PRINCIPALI TURBE FUNZIONALI
  30. - 27 ATASSIA LOCOMOTORIA (TABES DORSALIS)
  31. - 28 NEVROSI
  32. - 29 ASTENIE
  33. - 30 IDEE FISSE E OSSESSIONI
  34. - 31 ALCOOLISMO. VIZI. TOSSICOMANIA
  35. - 32 L'INFLUENZA PSICOLOGICA
  36. - 33 IL TRATTAMENTO A DISTANZA
  37. ILLUSTRAZIONI